Scannasurece

  • -
scan

Scannasurece

Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
Date(s) - 15/01/2018
20:30

Luogo
Teatro del Loto

Categorie


Imma Villa

SCANNASURECE

di Enzo Moscato

regia CARLO CERCIELLO

scene Roberto Crea
suono Hubert Westkemper
musiche originali di Paolo Coletta
costumi Daniela Ciancio

disegno luci Cesare Accetta

prodotto da elledieffe srl – Teatro elicantropo

Premio della Critica 2015, Scannasurice di Enzo Moscato è stato scritto dopo il terremoto del 1980 a Napoli. È un testo che porta in sé il segno evidente di quel sommovimento tellurico. È una sorta di discesa agli “inferi” di un personaggio dall’identità androgina, nell’ipogeo napoletano, dove abita all’interno di una stamberga, tra gli elementi più arcani della napoletanità, in compagnia dei topi – metafora dei napoletani stessi – e dei fantasmi delle leggende metropolitane partenopee, dalla Bella‘mbriana al Munaciello, tra spazzatura e oggetti simbolo della sua condizione, alla ricerca di un’identità smarrita dentro le macerie della storia e della sua quotidianità terremotata, fisicamente e metafisicamente. Il personaggio fa la vita, “batte”, è originariamente un “femminiello” dei Quartieri Spagnoli, ma i femminielli di Enzo Moscato sono creature senza identità, quasi mitologiche.

La straordinaria interpretazione di Imma Villa, esalta l’ambiguità e l’eccesso del personaggio anche grazie alla bellissima regia di Cerciello che rende il flusso ininterrotto di parole davvero un fiume lavico, colorando la malinconia tipicamente napoletana, una cultura sul crinale tra il cielo e l’abisso, tra la gioia e il dolore.


Eventi

Cerca